Rimedi Naturali: consigli e suggerimenti per le donne che preferiscono curarsi con i rimedi naturali

rimedi naturali
Salute

I rimedi naturali vengono utilizzati in alternativa (o in combinazione) alla medicina convenzionale, o allopatica, che utilizza farmaci costituiti da prodotti di sintesi, anche se talvolta di derivazione naturale.

Medicina naturale o convenzionale?

Spesso assistiamo ad uno scontro tra chi è a favore dell’uno o dell’altro approccio, quando l’atteggiamento ideale sarebbe quello di cogliere il meglio da ciascun metodo, personalizzando la cura in base alle caratteristiche del paziente. I farmaci convenzionali sono eccellenti per curare la fase acuta di molte malattie, ma presentano dei limiti sulle patologie croniche a causa degli effetti collaterali spesso insopportabili.  I farmaci erboristici, invece, sono ottimi proprio per le terapie di lunga durata e per la prevenzione in quanto sono generalmente ben tollerati e contribuiscono a regolare l’organismo.

A differenza dei farmaci convenzionali, che sono rigorosamente controllati e devono attenersi a drastiche norme internazionali, i prodotti erboristici ricadono nella categoria degli “integratori alimentari” e non vengono pertanto controllati dalle autorità sanitarie affinché ne sia garantita la purezza e la quantità di principio attivo. Ciò significa che possono essere contaminati o che il consumatore può assumere una quantità di principio attivo diversa rispetto a quella riportata sull’etichetta. Fortunatamente, oggi esistono diverse aziende che, lavorando con laboratori farmaceutici, sono in grado di assicurare la “standardizzazione” del principio attivo e l’assenza di inquinanti. Molte di queste aziende si trovano in Germania, dove vi sono maggiori controlli sugli integratori naturali.

Il principale problema con i rimedi naturali è però il “fai da te”, frutto della mentalità per cui, se un prodotto è naturale, non può fare male. In realtà, anche i farmaci fitoterapici possono avere degli effetti collaterali, e il loro uso deve essere gestito da persone qualificate.

Effetti collaterali

Se usati correttamente e sotto la guida di medici esperti, i rimedi naturali possono essere molto efficaci nel curare diverse patologie e disturbi tra cui cistite, mal di testa, dolori mestruali, spossatezza, malattie da raffreddamento, ipercolesterolemia, sintomi della menopausa, ecc.
Tuttavia, “naturale” non è sinonimo di “innocuo”: alcune erbe possono scatenare reazioni allergiche, interagire con i farmaci allopatici o risultare addirittura tossiche se utilizzate in modo improprio.

Ecco alcuni suggerimenti per ridurre i rischi:
– non assumere prodotti che contengono efedra in presenza di cardiopatie;
– in gravidanza e durante l’allattamento evitare: rabarbaro, uncaria, aloe (ad eccezione del gel senza aloina), iperico, aglio, artiglio del diavolo, fucus, salice, gingko, arancio amaro, partenio.
– fare attenzione alle interazioni con i farmaci. Ad esempio, camomilla, aglio, gingko biloba e zenzero, se associati ad anticoagulanti, aumentano il rischio di sanguinamento; la kava può prolungare gli effetti sedativi delle benzodiazepine; la liquirizia può ridurre l’efficacia degli antipertensivi, e così via.

Rimedi naturali per la donna

Cistite: l’estratto di semi di pompelmo ha un’azione antivirale, antimicotica e antimicrobica e agisce rapidamente. Altri rimedi sono: olio essenziale di cipresso, per le sue proprietà antisettiche; mirtillo americano, per prevenire le recidive; gemme di mirtillo rosso, per chi soffre di cistiti ricorrenti; uva ursina in tisana, per ridurre il prurito.
Candida: ottimi rimedi sono l’aglio, che è un potente antibiotico naturale, e l’olio di tea tree, eccellente per combattere le infezioni fungine. Altri rimedi contro la candida sono: olio essenziale di chiodi di garofano, echinacea, pomate a base di salvia, camomilla e calendula per lenire il bruciore e il prurito.
Dolori mestruali: camomilla in tisana per rilassare i muscoli contratti; angelica in tisana per riscaldare i tessuti muscolari; zenzero in infuso o grattugiato per alleviare i crampi addominali; menta in tisana per ridurre il mal di stomaco e la nausea.
Menopausa: soia, trifoglio rosso, discorea, cimicifuga sono piante ricche di ormoni vegetali in grado di garantire un ottimo equilibrio ormonale e ridurre i sintomi e le complicanze della menopausa (vampate di calore, stanchezza, secchezza delle mucose, osteoporosi, ecc.). Biancospino, melissa, iperico, passiflora attenuano ansia, insonnia e depressione.

 

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

psicologia di coppia
Salute
Psicologia di Coppia: Quali sono le strategie per restare uniti a lungo

La vita di coppia presenta una serie di piccoli considerando spesso inficiati dai ‘misuderstanding’, le incomprensioni del dialogo. Percentualmente le cause dei litigi sono davvero relative alle incomprensioni reciproche, la concezione della conoscenza tra partner alterata dalla considerazione soggettiva e non oggettiva. Una visione distorta, non a fuoco, della realtà …

integratori alimentari
Salute
Integratori di ferro: differenza tra farmaceutici e naturali

Quale è la differenza tra integratori di ferro naturali e farmaceutici? Quando possono essere utili? Quando invece non è il caso di assumerli? Sapendo che nel nostro corpo il ferro è una sostanza fondamentale, bisogno anche essere ben informati quando si pensa di aver bisogno di un integratore e nella …

pillola
Salute
Effetti collaterali della pillola: 5 rimedi per ridurre i disagi

La pillola è un anticoncezionale utile e sicuro non solo per prevenire gravidanze indesiderate, ma è anche efficace per alleviare ulteriori disturbi. Questo contraccettivo è molto diffuso in tutto il mondo e viene utilizzato da più di cinquant’anni. Tuttavia, come molti medicinali, anche la pillola prevede alcune controindicazioni che si …